La tua guida per fare trading sul platino

Fai trading con CFD sul platino, sulle altre principali commodities, sugli indici, sul Forex, sulle azioni e sulle criptovalute attraverso la premiata piattaforma di Capital.com, senza commissioni e regolata da FCA e CySEC. Leva fino a 1:200 (solo per professionisti), disponibile sul web e sulla piattaforma mobile. Tecnologia ad intelligenza artificiale. Negozia subito.
Vai alla pagina dei mercati

Condividi articolo

Perché il mercato del platino è importante per i trader?

Menzionato per la prima volta nel 1557 dallo studioso italiano Giulio Cesare Scaligero, il platino è una fra le commodities più costose. Come l’oro e l’argento, il platino è raro e appartiene alla categoria dei metalli preziosi.

Il platino è un metallo flessibile, scuro e duttile e costituisce la base della famiglia di metalli delplatino (PGMs). Questo gruppo di sei metalli con caratteristiche chimiche e fisiche simili include l’iridio, il palladio, l’osmio, il rutenio, il rodio e, ovviamente, il platino.

Questo metallo prezioso è perfino più raro dell’oro: ogni anno ne vengono estratte solo 130 tonnellate, mentre l’estrazione dell’oro arriva fino a 1.700 tonnellate annue. Anche i costi di estrazione sono più alti: per un’oncia si arriva a circa il doppio dell’oro.

Unità di contratto: 50 once troy

Prezzo della quotazione: dollari americani per oncia troy

Minimum tick: $0,10 per oncia troy

Simbolo: PL

Orari di trading del mercato del platino

La CME Globex permette il trading elettronico 24 ore al giorno per 6 giorni a settimana:

  • Da domenica a venerdì, dalle 18:00 alle 17:00, con pausa di un'ora ogni giorno

Se scegli di negoziare con i Cfd, puoi seguire ‘live’ il prezzo del platinoin dollari USA con questo grafico dei prezzi di Capital.com:

  • Dal lunedì al giovedì, 00:00 - 21:00 e 22:05 - 00:00
  • Venerdì, 00:00 - 21:00
  • Domenica, 22:05 - 00:00

Come fare trading sul platino?

Esistono diverse buone ragioni per fare trading sul platino, eccone alcune fra le più comuni:

  • Diversificazione

La presenza di una commodity come il platino in un portfolio equity-only può abbassare la volatilità per via dell’assenza di correlazione fra il metallo e altre asset class.

  • Safe Heaven

Le commodities possono rappresentare un porto sicuro in tempi di incertezza economica internazionale e di turbolenze di mercato, perché possono mantenere invariato il proprio valore.

  • Rischio di inflazione

Il valore intrinseco delle commodities è indipendente dalle valute. Spesso rimane inalterato anche se una valuta perde valore durante un periodo di inflazione.

  • Speculazione sul prezzo del platino

Le commodities possono essere altamente volatili ed è possibile assistere a importanti oscillazioni di prezzo. Negoziare il platino con i Cfd può diventare un buon modo per trarre vantaggio da drastiche oscillazioni di prezzo.

Negoziare il platino richiede molta accortezza, per via dell’alta volatilità del mercato e della vasta scelta di strumenti disponibili, dagli strumenti derivati del platino, come i future e i Cfd, ai titoli delle società che estraggono il platino.

L’importanza di questo metallo come materiale industriale, la sua produzione relativamente bassa e la sua concentrazione limitata a pochi rifornitori sono fattori che possono rendere il prezzo del platino volatile.

Negoziando sul platino si possono riscontrare alti livelli di rischio. La probabilità di ottenere profitti elevati è pari a quella di subire perdite gravose.

Come fare trading sul platino con i Cfd?

I Cfd sono uno dei modi più semplici e comuni per negoziare il platino.

Un contratto per differenza (Cfd) è un tipo di contratto che intercorre fra un trader e un broker, e mira a trarre profitto dalla differenza di prezzo fra la posizione di apertura e quella di chiusura di una negoziazione.

Negozia Platinum Spot CFD

1m
5m
15m
30m
1H
4H
1D
1W

Investire sul platino con i Cfd ti solleva dall’inconveniente di doverne pagare il deposito. I Cfd danno l’opportunità di negoziare il platino in entrambe le direzioni. Quindi, che la tua visione sul platinosia positiva o negativa, ti è possibile negoziare in entrambe le direzioni.

Inoltre, il trading del platino tramite Cfd spesso è privo di commissioni: i broker traggono un profitto minimo dallo spread, e i trader provano a trarre guadagno dalle oscillazioni di prezzo.

Bisogna aggiungere che operando con un margine d’offerta pari al 10%, significa che è necessario versare solo il 10% del valore della negoziazione che si vuole aprire, mentre il resto viene coperto dal broker di Cfd. Per esempio, se si desidera aprire un ordine di €1.000 sul platino e il proprio broker richiede un margine pari al 10%, il capitale iniziale di cui è necessario disporre per aprire la negoziazione ammonta a soli €100.

Perché fare trading sul platino con Capital.com?

Tecnologia avanzata di I.A. (intelligenza artificiale): una newsfeed simile a quella di Facebook fornisce agli utenti contenuti unici e personalizzati a seconda delle preferenze. Se il trader prende una serie di decisioni basandosi su bias, l’innovativa SmartFeed mette a sua disposizione materiale selezionato per lui. La rete neurale analizza i comportamenti all’interno dell’App, suggerisce video, articoli e notizie per migliorare la propria strategia di investimento.

Fare trading con un margine: con Capital.com puoi fare trading con un margine e negoziare tramite Cfd sul platino e sulle altre principali commodities, anche con un capitale limitato.

Fare trading sulla differenza: facendo trading di Cfd sul platino si negozia sulla crescita o sulla diminuzione del suo valore. Il trading di Cfd non è diverso da quello tradizionale per quanto riguarda le strategie associate. Un trader di Cfd può prendere una posizione ‘lunga’ o ‘corta’, stabilire limiti e stop losse applicare scenari di trading allineati ai propri obiettivi.

Analisi complessiva a supporto del trading: la piattaforma web permette ai trader di dare forma alle proprie analisi di mercato e previsioni con indicatori tecnici. Capital.com fornisce anche aggiornamenti live e diverse tipologie di grafici disponibili su desktop, iOS e Android.

Sicurezza: Capital.com dà particolare importanza alla sicurezza. Autorizzata da CySEC e da FCA, agisce nel rispetto di tutte le normative e dà sempre la precedenza alla sicurezza dei dati dei propri clienti. La società consente il ritiro dei soldi 24/7 e conserva i fondi dei trader in conti bancari separati.

I migliori 5 business sul mercato del platino

Acquistare azioni delle società di estrazione e di prospezione è un altro modo molto diffuso, sebbene indiretto, di negoziare su questo metallo. Coloro che hanno investito in titoli sul platino iniziano a guadagnare dal momento in cui il prezzo del platino si alza. Ecco una lista dei titoli più rilevanti relativi al mercato del platino:

  • Anglo American Platinum

È il maggiore produttore al mondo di platino. Fornisce il 38% della produzione annuale globale di platino. Le azioni della società sono quotate sulla Borsa di Johannesburg (JSE).

  • Impala Platinum

È un importante produttore di platino e, più in generale, di PGMs. In origine la società era conosciuta come Bishopsgate Platinum. Le sue azioni sono quotate sulla Borsa di Johannesburg (JSE) e sulla Borsa di Londra (LSE).

  • Lonmin

È un produttore britannico di platino. Il famoso quotidiano inglese The Observer un tempo ne era proprietario. Le azioni della Lonmin sono quotate sulla Borsa di Johannesburg (JSE) e su quella di Londra (LSE).

  • Norilsk Nickel

È una società russa che si occupa di estrazione e fusione di nickel e palladio. Le azioni della società sono quotate sulla Borsa di Londra (LSE) e su quella di Mosca (MCX).

  • Sibanye Stillwater

È la terza società per produzione di platino, ma si occupa anche di produzione di oro. Le azioni della società sono quotate sulle Borse di Johannesburg (JSE) e di New York (NYSE).

Storia sul prezzo del platino

platinoplatino

Questo metallo è soggetto sia agli investimenti, sia alla richiesta industriale, che ne influenza il prezzo in modo significativo. In termini di produzione mondiale, il Sud Africa ne costituisce una considerevole percentuale, e questa produzione ha un forte impatto sul prezzo del platino.

I principali responsabili del prezzo del platino sono:

  • Economia del Sud Africa

Il 95% delle riserve di platino presenti al mondo si trova in Sud Africa, motivo per cui questo Paese è il primo produttore al mondo, provvedendo al 75% della produzione mondiale di platino. La volatilità dei mercati dovuta a instabilità politica o a scioperi dei lavoratori potrebbe rallentare la produzione.

  • Benessere dell'industria automobilistica internazionale

Il 40% della richiesta di platino arriva dalla produzione di convertitori catalitici. Per questo l’industria automobilistica ha un impatto significativo sul prezzo di questa commodity. Quando l’industria automobilistica vive un momento di benessere, il platino tende ad avere un andamento migliore.

  • Sviluppo dei veicoli elettrici

La crescente popolarità e richiesta di veicoli elettrici potrebbe ridurre la richiesta di platino.

  • Cambiamenti nella tecnologia dei convertitori catalitici

A causa del prezzo relativamente alto del platino, le aziende produttrici di automobili sono in cerca di tecnologie alternative. Con lo sviluppo di queste tecnologie la richiesta di platino potrebbe diminuire.

  • Richiesta di investimenti

Nonostante la richiesta di investimento per questa commodity rappresenti solo una piccola parte della richiesta annuale, la debolezza del dollaro americano e l’alto prezzo dell’oro potrebbero comportare una crescita di interesse da parte degli investitori nei confronti del platino.

In termini di picchi storici, il platino ha raggiunto il prezzo più alto nel marzo 2008, per $2.253 per oncia. Il picco più basso, invece, è stato raggiunto nel gennaio 1972 con $97,70.

Nel 2017 il prezzo medio del platino è rimasto $948 per troy oncia. Nel 2018, il prezzo medio stimato era di $1.090.

Per scoprie le recenti oscillazioni del prezzo del platino, controlla il nostro grafico. 

FAQ

Secondo alcune stime recenti, la quantità annuale di platino estratto ammonta a più di 170.000 kg. Questo numero tende a diminuire, per via dei tagli nella produzione del platino causati da prezzi relativamente bassi. Le maggiori riserve di platinosi trovano a Bushveld Complex in Sud Africa, dove viene estratto più del 75% della produzione mondiale di platino.

Metà della richiesta mondiale di platino proviene dall’Europa, mentre il Nord America e il Giappone ne richiedono solo il 10-15% ciascuno. Il 5% va alla Cina e ciò che resta viene diviso fra tutte le altre nazioni.

Il 90% delle riserve mondiali di PGM si trovano in Sud Africa.

Il platino è un metallo che può essere utilizzato in diversi campi, ma è ricco di caratteristiche uniche, che lo rendono indispensabile per molte industrie. Ecco le principali applicazioni del platino:

1. Industria automobilistica

Il 40% della richiesta di platino proviene dall’industria automobilistica. Dal 1970, quando le leggi sulla qualità dell’aria favorivano l’uso di convertitori catalitici sulle automobili per ridurre le emissioni, i produttori di automobili hanno iniziato ad utilizzare il platino.

2. Gioielli

Il 30% della richiesta mondiale di platino proviene dall’industria dei gioielli. Il suo aspetto lucente e resistente lo rende perfetto per la produzione di anelli, braccialetti, collane e orologi.

3. Utilizzi industriali

Il 25% della richiesta di platinoviene utilizzato per la produzione di diversi prodotti industriali, fra cui:

  • Sensori di ossigeno
  • Motori a turbina
  • Prese elettriche
  • Attrezzatura dentistica
  • Agenti antitumorali

4. Richiesta di investimento

Il 5% della richiesta di platino proviene dagli investitori, che possono acquistarlo in forma di monete o lingotti per diversificare il proprio portfolio e proteggerlo da possibili perdite dovute all’inflazione.

 


Condividi articolo