La tua guida per fare trading sul petrolio Brent

Fai trading con CFD sul petrolio Brent, sulle altre principali commodities, sugli indici, sul Forex, sulle azioni e sulle criptovalute attraverso la premiata piattaforma di Capital.com, senza commissioni e regolata da FCA e CySEC. Leva fino a 1:200 (solo per professionisti), disponibile sul web e sulla piattaforma mobile. Tecnologia ad intelligenza artificiale. Negozia subito.
Vai alla pagina dei mercati

Condividi articolo

Perché il petrolio Brent è importante per i trader? 

Il petrolio greggio è un importante punto di riferimento che definisce i prezzi del petrolio in tutto il mondo.

Estratto prevalentemente dal sottosuolo del Mare del Nord, questo tipo di petrolio a basso tenore di zolfo è composto da Brent Blend, Forties Blend, e dai greggi Oseberg ed Ekofisk (chiamati anche BFOE Quotation).

Essendo un petrolio leggero e dolce, viene spesso preferito ad un greggio pesante e aspro. Viene facilmente lavorato per diventare benzina e gasolio. 

Le tipologie di petrolio più pesanti risultano difficili da trasportare, dato che non riescono a defluire attraverso gli oleodotti, a differenza del Brent. Per questo motivo il Brent greggio ha un prezzo maggiorato.

In generale, due terzi del petrolio commerciato a livello internazionale hanno un prezzo regolato in base a quello del Brent.

Orari di trading del Brent 

I contratti sulle futures del Brent ICE possono essere negoziati nei seguenti orari:

  • Orario UK (Apertura: 01:00; 23:00 di domenica. Chiusura: 23:00) 
  • Orario EST (Apertura: 20:00; 18:00 di domenica. Chiusura: 18:00 del giorno seguente) 
  • Orario di Chicago (Apertura: 19:00; 17:00 di domenica. Chiusura: 17:00 del giorno seguente) 
  • Orario di Chicago (Apertura: 19:00; 17:00 di domenica. Chiusura: 17:00 del giorno seguente) 
  • Orario di Singapore (Apertura: 08:00; 06:00 di lunedì mattina. Chiusura: 06:00 del giorno seguente)

Se decidi di fare trading con Cfd, potrai seguire live i prezzi del Brent in dollari americani, grazie al nostro grafico dei prezzi. Con Capital.com puoi negoziare il petrolio Brent dal lunedì al venerdì dalle 05:00 alle 21:00. 

Come fare trading sul petrolio Brent?

Esistono diverse buone ragioni per fare trading sui prodotti energetici, compreso il petrolio Brent: 

  • Diversificazione

Le materie prime petrolifere in un portfolio equity-only possono abbassare la volatilità per via dell’assenza di una correlazione fra le asset class. 

  • Safe Heaven

Le commodities possono rappresentare un porto sicuro in tempi di incertezza economica internazionale e di turbolenze di mercato, perché possono mantenere invariato il proprio valore. 

  • Rischio di inflazione

Il valore intrinseco delle commodities è indipendente dalle valute. Spesso rimane inalterato anche se una valuta perde valore durante il periodo di inflazione. 

  • Speculazione sul prezzo del Brent

Le commodities possono essere altamente volatili ed assistere a importanti oscillazioni di prezzo. Negoziare il petrolio Brentcon i Cfd può diventare un buon modo per trarre vantaggio da drastiche oscillazioni di prezzo.

Negoziare il Brent richiede molta prudenza, per via dell’alta volatilità del mercato e della vasta scelta di strumenti disponibili, dagli strumenti derivati, come i future e i Cfd, ai titoli delle compagnie di gas e petrolio.

Negoziare sul petrolio Brent può risultare estremamente volatile e si possono incontrare alti livelli di rischio.

La probabilità di ottenere profitti elevati è pari a quella di subire perdite gravose.

Come fare trading sul petrolio Brent con i Cfd?

I Cfd sono uno dei modi più semplici e comuni per negoziare il petrolio Brent.

Un contratto per differenza (Cfd) è un tipo di contratto che intercorre fra un trader e un broker, e mira a trarre profitto dalla differenza di prezzo fra la posizione di apertura e quella di chiusura di una negoziazione.

La maggior parte dei provider di Cfd permette ai trader di negoziare sul prezzo del future sul petrolio, anche se i contratti sono spesso di dimensioni ridotterispetto ai future standard. Per esempio, un Cfd sul petrolio Brent può arrivare a 25 barili, mentre un contratto future standard può arrivare a 1.000 barili.

Negozia Brent Crude Oil Spot CFD

1m
5m
15m
30m
1H
4H
1D
1W

Inoltre, il trading del petrolio Brent tramite Cfd spesso è privo di commissioni: i broker traggono un profitto minimo dallo spread, e i trader provano a trarre guadagno dalle oscillazioni di prezzo.

Bisogna aggiungere che operando con un margine d’offerta pari al 10%, significa che è necessario versare solo il 10% del valore della negoziazione che si vuole aprire, mentre il resto viene coperto dal broker di Cfd. Per esempio, se si desidera aprire un ordine di €1.000 sul petrolio Brent e il proprio broker richiede un margine pari al 10%, il capitale iniziale di cui è necessario disporre per aprire la negoziazione ammonta a soli €100.

Perché fare trading sul petrolio Brent con Capital.com?

Tecnologia avanzata di I.A. (intelligenza artificiale): una newsfeed simile a quella di Facebook fornisce agli utenti contenuti unici e personalizzati a seconda delle preferenze. Se il trader prende una serie di decisioni basandosi su bias, l’innovativa SmartFeed mette a sua disposizione materiale selezionato per lui. La rete neurale analizza i comportamenti all’interno dell’App, suggerisce video, articoli e notizie per migliorare la propria strategia di investimento. 

Fare trading con un margine: con Capital.com puoi fare trading con un margine e negoziare tramite Cfd sul petrolio Brent e sulle altre principali commodities, anche con un capitale limitato.

Fare trading sulla differenza: facendo trading di Cfd sul petrolio Brentsi negozia sulla crescita o sulla diminuzione del suo valore. Il trading di Cfd non è diverso da quello tradizionale per quanto riguarda le strategie associate. Un trader di Cfd può prendere una posizione ‘lunga’ o ‘corta’, stabilire limiti e stop loss e applicare scenari di trading allineati ai propri obiettivi. Quindi, che la tua visione sul petrolio Brentsia positiva o negativa, ti è possibile negoziare in entrambe le direzioni.

Analisi complessiva a supporto del trading: la piattaforma web permette ai trader di dare forma alle proprie analisi di mercato e previsioni con indicatori tecnici. Capital.com fornisce anche aggiornamenti live e diverse tipologie di grafici disponibili su desktop, iOS e Android.

Sicurezza: Capital.com dà particolare importanza alla sicurezza. Autorizzata da CySEC e da FCA, agisce nel rispetto di tutte le normative e dà sempre la precedenza alla sicurezza dei dati dei propri clienti. La società consente il ritiro dei soldi 24/7 e conserva i fondi dei trader in conti bancari separati.

Business sul petrolio Brent

Un altro modo di negoziare sul Brent, anch’esso diffuso, ma indiretto, è quello di investire nelle equities di società coinvolte nell’estrazione, produzione, distribuzione e raffinazione del petrolio. Ecco una lista dei ruoli più rilevanti relativi al mercato del Brent: 

  • Sinopec

La maggiore compagnia di raffinazione di petrolio in Asia. 

  • ExxonMobil

La maggiore compagnia di raffinazione di petrolio al mondo, in grado di produrre circa 6 milioni di barili al giorno. 

  • Royal Dutch Shell

La Shell opera in più di 40.000 stazioni di benzina in tutto il mondo. 

  • BP

La prima società ad aver trovato petrolio in Medio Oriente. 

  • Total SA

La società opera in più di 900 società sussidiarie che coprono tutte le aree di produzione energetica.

Storia sul prezzo del Brent

BrentBrent

Negli ultimi decenni il prezzo del Brent ha visto picchi positivi e negativi. All’inizio del 1999 il prezzo era di soli $10 al barile. In pochi anni il prezzo ha iniziato a salire costantemente fino ad arrivare a $140 al barile a metà del 2008. Dalla seconda metà del 2008 il prezzo è sceso inaspettatamente a meno di $40 al barile.

Da quel momento, questa commodity è sempre salita e scesa, da più di $100 al barile è arrivata a $40. Alla fine di settembre 2018 il prezzo del Brent era di circa $83 al barile.

Quali sono quindi i motivi di queste drastiche fluttuazioni di prezzo? Ecco le due principali: 

  • Fattori economici

Per esempio un rallentamento dell’economia, che limita la domanda di energia da parte dell’industria e degli individui, così come la loro capacità di spesa. 

  • Fattori geopolitici

Per esempio, guerre e instabilità politica presenti in un’area del mondo possono influenzare il lavoro dei produttori di petrolio in quella stessa area. Inoltre, aumenti o tagli di produzione del petrolio da parte dell’OPEC possono influenzarne il prezzo (come quando vengono limitati i rifornimenti e il prezzo del Brent è destinato a salire). 

Per scoprire le recenti oscillazioni del prezzo del Brent, controlla il nostro grafico.

FAQ

Posto che il mercato del petrolio è globale, il petrolio greggio può essere di diverse tipologie regionali. Ogni tipologia si differenzia leggermente dalle altre in termini di contenuto di solfuro (aspro vs. dolce) e di viscosità (pesante vs leggera).

Tutte le maggiori regioni che commerciano petrolio hanno standard di riferimento ben definiti per monitorare i prezzi delle commodities petrolifere. Fra queste ci sono:

1. West Texas Intermediate(WTI) (USA)

2. Western Canadian Select (Canada)

3. Dubai Crude (Middle East)

4. OPEC Reference Basket

5. Bonny Light (Nigeria) 

6. Tapis (Singapore) 

7. Urals (Russia)

Attenzione! Il petrolio Brent e il WTI sono considerati i più importanti standard di riferimento al mondo.

Open a trading account in less than 3 min

Open Now
Condividi articolo