La tua guida per fare trading su Apple

Fai trading con CFD sulle azioni della Apple, sugli altri titoli principali, sugli indici, sul Forex, sulle commodities e sulle criptovalute attraverso la premiata piattaforma di Capital.com, senza commissioni e regolata da FCA e CySEC. Leva fino a 1:200 (solo per professionisti), disponibile sul web e sulla piattaforma mobile. Tecnologia ad intelligenza artificiale. Negozia subito.
Vai alla pagina dei mercati

Condividi articolo

Chi è Apple?

Apple Inc., fondata nel 1976 da Steve Jobs, Steve Wozniak e Ronald Wayne, progetta e produce dispositivi di comunicazione mobile, personal computer e lettori di musica digitale portatili. I segmenti di mercato in cui è presente la società comprendono le Americhe (sia del Nord che del Sud), l'Europa (estesa oltre ai Paesi europei, anche ai Paesi  africani, indiani e mediorientali), la Grande Cina (Cina, Hong Kong e Taiwan), il Giappone e il resto dell'Asia del Pacifico (inclusa l'Australia). I prodotti Apple includono soprattutto iPhone, iPad, iMac, iPod, Apple Watch, Apple TV e il software iOS.

AppleApple

Orari di trading di Apple

Apple è quotata sul NASDAQ e le sue azioni possono essere negoziate tra le 9:30 e le 16:00 (EST).  

Come negoziare Apple con CFD

Esistono due modi per fare trading nei mercati azionari. Con il primo, possono essere acquistate azioni delle società nei mercati in cui sono quotate. Ad esempio, è possibile investire nelle azioni di Apple sul NASDAQ, detenendo una quota della società. Questo è considerato un investimento a lungo termine, in quanto l'investitore  di solito attende che il prezzo aumenti nel tempo.

Negozia Apple Inc - AAPL CFD

1m
5m
15m
30m
1H
4H
1D
1W

In alternativa, è possibile fare trading con i contratti per differenza (CFD) su un particolare titolo e speculare sulla differenza di prezzo dell’asset sottostante, senza possederlo direttamente. Un contratto per differenza (CFD) è un tipo di contratto che intercorre tra un trader e un broker, e mira a trarre profitto dalla differenza di prezzo fra la posizione di apertura e quella di chiusura di una negoziazione. È possibile detenere una posizione ‘long’ (ipotizzando che il prezzo aumenti) o una posizione ‘short’ (ipotizzando che il prezzo cali). Questo è considerato un investimento a breve termine, in quanto i CFD tendono ad essere utilizzati entro intervalli di tempo brevi.

La differenza fondamentale tra la negoziazione di una posizione ‘long’ con un CFD, e l'acquisto di un titolo, è la leva. I CFD fanno trading con il ‘margine’, il che significa che un trader può aprire posizioni più ampie con il proprio capitale.

Perché fare trading con CFD su Apple usando Capital.com?

Tecnologia avanzata di I.A. (intelligenza artificiale): una newsfeed simile a quella di Facebook fornisce agli utenti contenuti unici e personalizzati a seconda delle preferenze. Se il trader prende una serie di decisioni basandosi su bias, l’innovativa SmartFeed mette a sua disposizione materiale selezionato per lui. La rete neurale analizza i comportamenti all’interno dell’App, suggerisce video, articoli e notizie per migliorare la propria strategia di investimento.

Fare trading con un margine: facendo trading con un margine (fino a 5:1), Capital.com ti offre l’accesso ai mercati tramite CFD.

Fare trading sulla differenza: facendo trading di CFD su Apple, si negozia sulla crescita o sulla diminuzione del suo valore. Il trading di CFD non è diverso da quello tradizionale per quanto riguarda le strategie associate. Un trader di CFD può prendere una posizione ‘lunga’ o ‘corta’, stabilire limiti e contenere le perdite, creando scenari di trading allineati ai propri obiettivi.

Analisi complessiva a supporto del trading: la piattaforma web permette ai trader di dare forma alle proprie analisi di mercato e previsioni con indicatori tecnici. Capital.com fornisce anche aggiornamenti live e diverse tipologie di grafici disponibili su desktop, iOS e Android.

Sicurezza: Capital.com dà particolare importanza alla sicurezza. Autorizzata da CySEC e da FCA, agisce nel rispetto di tutte le normative e dà sempre la precedenza alla sicurezza dei dati dei propri clienti. La società consente il ritiro dei soldi 24/7 e conserva i fondi dei trader in conti bancari separati.

AppleApple

Storia di Apple

Apple Computers Company è stata fondata nell'aprile del 1976 da Steve Jobs, Steve Wozniak e Ronald Wayne. Tutti e tre condividevano l’idea di dover rendere i computer più facili da usare e così hanno iniziato a costruire l’Apple I (il primo prodotto dell'azienda) nel garage di Jobs, vendendolo inizialmente senza monitor, tastiera o involucro - poi aggiunto un anno dopo.

Apple Computer Inc. è stata costituita il 3 gennaio 1977, dopo che Wayne ha venduto la sua quota della società agli altri per $800. L'Apple II, il secondo modello di computer Apple introdotto nel gennaio 1977, rivoluzionò il settore con l'introduzione della prima grafica a colori. Progressivamente la Apple crebbe, con l'aiuto degli investitori, quotandosi in Borsa il 12 dicembre 1980, a $22 per azione, raccogliendo il più alto capitale di qualsiasi precedente offerta pubblica iniziale (IPO) dopo quella della Ford Motor Company.

Nel 1984, Apple ha lanciato il suo primo personal computer per essere venduto senza un linguaggio di programmazione, e da qui è nata la fortunata gamma Macintosh. Nel 1985, Steve Jobs lasciò la Apple dopo che i registi si sono schierati con l'ex CEO John Sculley in una lotta per il potere, dopo che a Sculley fu chiesto di "contenere" Jobs. Anche Wozniak lasciò la Apple nello stesso anno, notando che stava andando nella direzione sbagliata per anni.

Dopo molti anni di declino, nel 1997 Jobs è tornato in Apple come CEO ad interim dopo l'espulsione di Amelio. Alla fine, Jobs è diventato amministratore delegato e ha prestato servizio fino al suo pensionamento nel 2011. Nel decennio successivo Apple ha eccelso ancora una volta con l'invenzione del sistema operativo Mac OS X, iPod, iPhone e iPad. Tim Cook è quindi subentrato a Jobs, e la Apple ha rilasciato prodotti come Apple Watch.

FAQ

Sebbene Jobs abbia fondato la Apple, all'inizio non era lui a gestire la società. Fu solo dopo il suo ritorno in Apple - in seguito all’addio dell'amministratore delegato John Sculley - che Jobs divenne CEO. Inizialmente avrebbe dovuto ricoprire l’incarico per un periodo transitorio, ma poi Jobs continuò a ricoprire l’incarico fino al suo pensionamento.

Essendo uno dei più importanti leader globali nel settore della tecnologia, Apple deve fronteggiare la concorrenza generale di giganti tech come Amazon, Facebook e Google. Apple si trova inoltre ad affrontare la concorrenza diretta di Microsoft, con il suo sistema operativo concorrente, Windows. Apple fronteggia anche la concorrenza di Google nel mercato degli smartphone, dato che iOS di Apple e Android di Google sono in concorrenza come sistemi operativi per smartphone.
 

Come accade per qualsiasi altra società quotata, gli annunci trimestrali sugli utili e le performance finanziarie del mercato azionario - in generale - sono due fattori cruciali da osservare nel momento in cui si valutano operazioni sulle azioni Apple. Più nello specifico, anche le vendite di Apple influiscono sul prezzo delle sue azioni. Il prezzo delle azioni di Apple è dunque influenzato principalmente dalle vendite di iPhone, in quanto questo è il più grande generatore di entrate per la società, ma anche dalle vendite di iPad e Mac (che insieme costituiscono quasi il 20% delle entrate). Inoltre, l'invenzione di nuovi prodotti è un importante driver del prezzo delle azioni. Ad esempio il giorno successivo alla presentazione dell'Apple Watch, il prezzo delle azioni Apple ha registrato un rally.

Open a trading account in less than 3 min

Open Now
Condividi articolo