x
Italiano
Il mio conto
Condividi articolo

La nostra guida completa ti spiega tutto ciò che devi sapere sul trading di Cfd, come funzionano, i vantaggi e gli svantaggi.

Il trading di Cfd spiegato con esempi

Trading sul margine

Mettiamo che tu voglia acquistare 10 Cfd sulla Apple al prezzo di 302,64. La tua spesa iniziale sarà di $605,28 (per via del margine 5:1). Il valore delle azioni Apple arriva a 323,8 e tu decidi di venderle a questo valore, ovvero con una crescita di 21,16 punti. Il tuo guadagno da questa negoziazione è di $211,60, calcolato moltiplicando la crescita di valore per il numero di contratti acquistati.

Trading sul margineTrading sul margine

Spread e commissioni

Quando fai trading di Cfd ti vengono sempre proposti due prezzi a seconda del valore dello strumento sottostante: il prezzo d’acquisto (bid, o ‘denaro’) e quello di vendita (offer o ‘lettera’). Il prezzo d’acquisto sarà sempre più alto rispetto all’attuale valore sottostante e il prezzo di vendita sarà sempre più basso. La differenza fra questi prezzi è detta spread. Noi di Capital.com non addebitiamo alcuna commissione per il trading di Cfd.

Per esempio, se ti aspetti che il prezzo dell’oro cresca, la tua decisione potrebbe essere quella di aprire una posizione sull’oro tramite un Cfd. Immagina che il prezzo quotato sia di $1200/$1205 (prezzo lettera/denaro) e che acquisti 100 Cfd sull’oro (prendendo una posizione lunga). La dimensione della posizione aperta (il valore del contratto) è illustrato qui sotto.

Orooro

Ora immagina che il prezzo dell’oro cresca, proprio come pensavi. Il profitto di questa negoziazione è illustrato qui sotto.

orooro

Contract size

La dimensione del contratto (contract size) di un Cfd dipende dall’asset sottostante. Per esempio, un’azione Cfd implica un’azione. Quindi, se intendi negoziare 1000 azioni Tesla utilizzando i Cfd, dovresti acquistare 1000 Cfd. Le commodities, da questo punto di vista, sono molto più interessanti. La dimensione del contratto sull’oro è di un’oncia troy. Per la soia, la misurazione avviene in bushel, mentre per il caffè in pounds, e così via.

Posizioni lunghe e corte

Quando apri una posizione su un contratto Cfd, selezioni un numero di contratti che vorresti negoziare (acquistare o vendere) e il tuo guadagno crescerà ogni volta che il mercato si muove in tuo favore. Se credi che il prezzo di un asset crescerà, allora dovresti aprire una posizione lunga (acquistare) e, se il mercato si muove in linea con le tue aspettative, avrai un profitto. Al contrario, se credi che il prezzo di un asset calerà, allora dovresti aprire una posizione corta (vendere) e, se il mercato si muoverà in modo favorevole per te, avrai un profitto.

Aprire una posizione lunga con i Cfd

Per esempio, poniamo che secondo te le azioni Apple stiano crescendo in valore e desideri aprire una posizione lunga per approfittare dell’opportunità. Acquisti 100 Cfd sulle azioni Apple a $160, così il valore totale della negoziazione sarà di $16.000. se Apple arriva a $170, guadagnerai $10 per ogni azione, ovvero $1000 in totale. Ecco un’illustrazione di quanto appena spiegato.

posizione lungaposizione lunga

Aprire una posizione corta con i Cfd

Ad esempio, poniamo che secondo te le azioni Apple calino di valore, e che tu voglia approfittare di questo movimento. Con i Cfd puoi aprire una posizione corta (conosciuta come short-selling) e guadagnare da un mercato al ribasso. Se questa volta decidessi di vendere 100 Cfd sulla Apple a $170 per azione, prezzo che poi scende a $160, avresti un profitto di $1000, o $10 per azione. Ecco un’illustrazione di quanto appena spiegato.

position shortposition short

Controllo dei rischi: stop e limiti

Puoi stabilire degli ordini con un limite, che chiudano automaticamente una posizione ad un determinato livello di profitto, in modo che tu non debba sprecare tempo ad osservare le oscillazioni di prezzo. I limit orders possono anche ridurre il rischio di tenere aperta troppo a lungo una posizione vincente, poiché l’emotività potrebbe prendere il sopravvento. Allo stesso modo, è possibile stabilire gli ordini di stop-loss per arginare le potenziali perdite. Uno stop-loss è il punto in cui una posizione viene automaticamente chiusa se il prezzo del sottostante scende sotto alla posizione di apertura del trader. Gli stop e i limiti sono strumenti cruciali per il gestire il rischio e sono caldamente raccomandati.

Stabilire gli stop-loss è un’ottima pratica per ogni tipo di trader, anche per i più esperti. Potresti chiederti quale sia l’utilità degli stop-loss quando non hai aperto alcuna posizione, ma quando sentirai il peso emotivo di un mercato che sta fallendo, capirai quando possa essere disastroso perdere i tuoi soldi in una manciata di secondi. Il mercato è volatile, dobbiamo prenderne atto. E se impari ad accettare questa sua caratteristica, sarai un trader migliore.

Durata

Una delle caratteristiche principali del trading di Cfd è che non hanno una data di scadenza. Una negoziazione viene chiusa solo quando viene collocata nella direzione opposta. È molto semplice. Ad esempio, puoi chiudere una negoziazione per cui hai acquistato 100 Cfd sull’argento, solo vendendo gli stessi Cfd.

Profitti e perdite

I profitti e le perdite vengono calcolati con una semplice formula. Devi moltiplicare il numero di contratti che possiedi per la differenza di prezzo.

Dopo aver considerato i costi extra, come le overnight fees, avrai ottenuto il valore dei tuoi guadagni e delle tue perdite. Capital.com addebita le overnight fees solo sulla parte di negoziazione in cui è presente la leva, non sull’intera negoziazione.

Il tuo bilancio vincite/perdite, spesso abbreviato P&L (profit and loss ratio) può essere calcolato utilizzando questa formula:

P&L= numero di Cfd x (prezzo di chiusura – prezzo di apertura)

Per esempio, se volessi acquistare 1000 Cfd su Aviva a $400 per azione e venderli a $450 per azione, il tuo profitto sarebbe di $500. Ecco un’illustrazione di quanto appena spiegato.

profitto/perditaprofitto/perdita
Condividi articolo

Trading di Cfd e trading azionario