x
Italiano
Il mio conto

La tua guida per fare trading sul Ripple (XRP)

Fai trading con CFD sul Ripple, sulle altre principali criptovalute, sugli indici, sul Forex, sulle azioni e sulle commodities attraverso la premiata piattaforma di Capital.com, senza commissioni e regolata da FCA e CySEC. Leva fino a 1:200 (solo per professionisti), disponibile sul web e sulla piattaforma mobile. Tecnologia ad intelligenza artificiale. Negozia subito.
Vai alla pagina dei mercati

Condividi articolo

Perché il Ripple (XRP) è importante per i trader?

Ripple è un sistema regolamentato in tempo reale e una rete di scambio di valuta creata da Ripple Labs che utilizza la sua criptovaluta nativa, XRP, per elaborare le transazioni. Ripple è un sistema per lo scambio digitale di molte attività diverse, ed è proprio per questo che si differenzia dalle valute criptate come il Bitcoin (Bitcoin è stato progettato principalmente come un'attività digitale da utilizzare come mezzo di scambio).

Il Ripple mira a consentire transazioni globali sicure, immediate e quasi senza costi. Non tutte le transazioni sono elaborate in XRP; alcune sono elaborate in valuta fiat, ma nel caso di quest'ultima, il registro Ripple registra solo gli importi dovuti con le attività rappresentate come obbligazioni di debito, invece di utilizzare l'XRP sul loro registro interno.

Ripple è anche il nome informale dato alla criptovaluta XRP, e da questo punto in poi, Ripple verrà utilizzato per riferirsi a XRP e non all'azienda.

Ripple è attualmente una delle 5 maggiori criptovalute in termini di capitalizzazione di mercato. Il valore di molte valute crittografiche è legato ai progetti dietro di esse, anche se il progetto non utilizza di default la moneta nativa.

RippleRipple

Orari di trading

Puoi negoziare il Ripple con CFD su Capital.com, 24 ore al giorno, sette giorni su sette.

Come fare trading con i CFD Ripple?

Esistono due modi per fare trading nei mercati delle criptovalute. Con il primo, le criptovalute possono essere acquistate nei mercati di scambio delle criptovalute, come ad esempio in Bitstamp. In questo modo si entra in possesso direttamente del Ripple. Questo è considerato un investimento a lungo termine, in quanto l'investitore  di solito attende che il prezzo aumenti nel tempo prima di rivendere la criptovaluta al momento giusto.

In alternativa, è possibile fare trading su una specifica criptovaluta con i contratti per differenza (CFD) e speculare sulla differenza di prezzo dell’asset sottostante, senza possederlo direttamente. Un contratto per differenza (CFD) è un tipo di contratto che intercorre tra un trader e un broker, e mira a trarre profitto dalla differenza di prezzo fra la posizione di apertura e quella di chiusura di una negoziazione. È possibile detenere una posizione ‘long’ (ipotizzando che il prezzo aumenti) o una posizione ‘short’ (ipotizzando che il prezzo cali). Questo è considerato un investimento a breve termine, in quanto i CFD tendono ad essere utilizzati entro intervalli di tempo brevi. Per esempio, quando si fa trading sul Ripple, si specula anche sugli aumenti e sui cali del XRP/USD.  

Negozia Ripple to US Dollar - XRP/USD CFD

1m
5m
15m
30m
1H
4H
1D
1W

Che cos'è il Ripple? Che cos'è una criptovaluta?

Ripple (XRP) è una criptovaluta usata principalmente per elaborare le transazioni nell'impresa. Una criptovaluta è un bene digitale concepito per essere utilizzato come mezzo di scambio, che utilizza la crittografia per proteggere le transazioni, controllare la fornitura di unità aggiuntive e corroborare i trasferimenti. In breve, la criptovaluta è una moneta elettronica decentralizzata. La criptovaluta è conservata in un "portafoglio", che può assumere varie forme. Ad esempio, le monete Ripple possono essere conservate in un portafoglio online o, in alternativa, in un portafoglio elettronico offline, e possono anche essere conservate fisicamente in hardware.

Perché negoziare i CFD di Ripple Capital.com

Tecnologia avanzata di I.A. (intelligenza artificiale): una newsfeed simile a quella di Facebook fornisce agli utenti contenuti unici e personalizzati a seconda delle preferenze. Se il trader prende una serie di decisioni basandosi su bias, l’innovativa SmartFeed mette a sua disposizione materiale selezionato per lui. La rete neurale analizza i comportamenti all’interno dell’App, suggerisce video, articoli e notizie per migliorare la propria strategia di investimento.

Fare trading con un margine: facendo trading con un margine (fino a 1:2 per le criptovalute), Capital.com ti offre l’accesso ai mercati tramite CFD.

Fare trading sulla differenza: facendo trading di CFD sul Ripple, si negozia sulla crescita o sulla diminuzione del suo valore. Il trading di CFD non è diverso da quello tradizionale per quanto riguarda le strategie associate. Un trader di CFD può prendere una posizione ‘lunga’ o ‘corta’, stabilire limiti e contenere le perdite, creando scenari di trading allineati ai propri obiettivi.

Analisi complessiva a supporto del trading: la piattaforma web permette ai trader di dare forma alle proprie analisi di mercato e previsioni con indicatori tecnici. Capital.com fornisce anche aggiornamenti live e diverse tipologie di grafici disponibili su desktop, iOS e Android.

Sicurezza: Capital.com dà particolare importanza alla sicurezza. Autorizzata da CySEC e da FCA, agisce nel rispetto di tutte le normative e dà sempre la precedenza alla sicurezza dei dati dei propri clienti. La società consente il ritiro dei soldi 24/7 e conserva i fondi dei trader in conti bancari separati.

Storia del Ripple

Esistono differenze fondamentali tra l'acquisto di una criptovaluta e il fare trading con CFD sul mercato delle criptovalute. Quando si acquistano criptovalute, queste vengono immesse in un portafoglio personale, ma quando si fa trading con CFD le transazioni vengono contabilizzate nel conto trading individuale, che è regolato da un'autorità finanziaria. Si ha dunque maggiore flessibilità quando si usano i CFD, perché questi non vi legano direttamente all’asset sottostante; avete semplicemente comprato o venduto il contratto sottostante. Inoltre, i CFD sono un prodotto finanziario più affermato e regolamentato.

RippleRipple

Progettato per l'uso aziendale, Ripple si distingue dalle normali criptovalute. Anche se utilizza il server di validazione e i meccanismi di consenso, il Ripple non è una blockchain. Ripple utilizza una piattaforma chiamata HashTree - una sorta di crittografia - per riassumere i dati in un unico valore che viene confrontato attraverso la sua validazione serve a fornire il consenso.

Ripple è anche criticato per avere un controllo più centralizzato, dato che l'azienda si riserva il diritto di congelare e invertire i cambiamenti. Tuttavia, l'azienda sostiene che sono decentralizzati, in quanto la loro rete è supportata da molte istituzioni e individui diversi. Il valore di Ripple è immediatamente visibile: XRP trae il suo valore dalla rete stessa e dalla sua capacità di spostare beni a livello globale ad un ritmo incredibile. Sebbene la rete e l'XRP siano due cose diverse, sono spesso in conflitto tra loro da parte degli investitori. XRP è utilizzato all'interno di due dei tre prodotti offerti da Ripple Labs: xRapid (di default) e xVia (opzionale).

FAQ

Prima di acquistare XRP, è  avere uno strumento in cui conservarlo. Questo è lo scopo di un portafoglio, e consiste di due elementi: una chiave privata e un indirizzo pubblico. Un portafoglio richiede una chiave privata, specifica per il titolare, che permette di accedere all'indirizzo XRP memorizzato nel portafoglio, che è anche la chiave pubblica. Il portafoglio è lo strumento che permette a XRP, o a qualsiasi criptovaluta, di essere un mezzo sicuro di scambio. In sostanza, le persone possono inviare XRP a determinati portafogli utilizzando la chiave pubblica, alla quale solo il titolare può accedere con la propria chiave privata. Alcuni individui scelgono di tenere le loro monete nel portafoglio fornito dal loro cambio di criptovaluta, a causa del fatto che molti scambi hanno applicazioni mobili che permettono alle persone di acquistare, vendere e spendere facilmente le criptovalute.

Gli scambi di criptovaluta o i portafogli online sono tutt'altro che immuni ai pericoli del furto cibernetico. Il famigerato caso del Mt Gox Bitcoin exchange mette in evidenza questo aspetto. Storicamente, Mt Gox ha rappresentato il più grande scambio globale per Bitcoin, fino a quando non ha dichiarato fallimento nel 2014 dopo che la sua sicurezza era stata compromessa. Mt Gox possedeva 850.000 Bitcoin, del valore di 450 milioni di dollari nel febbraio 2014, prima che il loro scambio fosse svuotato dagli hacker. Si ritiene che le chiavi private del portafoglio digitale di Mt Gox siano state rubate già nel 2011. Questi rischi sono eliminati quando si scambiano CFD Ripple perché non avete bisogno di un portafoglio.

Una "bolla", nella terminologia di mercato, si verifica quando il prezzo di un 'asset supera di gran lunga il suo valore intrinseco. Ad esempio, la bolla delle "dot-com" che si è verificata tra il 1995 e il 2001 è un esempio lampante, in cui le imprese del settore delle tecnologie dell'informazione hanno visto aumentare le loro azioni, semplicemente a causa del sentimento del mercato intorno a quel particolare settore indipendententemente dai loro profitti o dalle loro possibilità di successo. Questo mercato è poi crollato nel marzo 2000.

Il vero problema è costituito dalla difficoltà di determinare il valore della criptovaluta. Sebbene molti investitori detengano criptovalute come se fossero azioni,  queste in realtà non lo sono. Nè si comportano nemmeno come valute, il che rende difficile il confronto con le quotazioni valutarie. Tuttavia, come con qualsiasi nuova tecnologia, si consiglia cautela. Potrebbe benissimo accadere che le valutazioni di Bitcoin o Ripple non siano sopravvalutate, e che la bolla, se esiste, sia rappresentata dalle varie nuove criptovalute che sono guidate dal sentimento del mercato. Probabilmente, questo è paragonabile al caso dot-com, dove le azioni come Amazon non sono state sopravvalutate, ma altre come Pets.com, che è passata dall'IPO alla liquidazione in 268 giorni, lo sono state chiaramente. Quindi, sembra che solo il tempo dirà se il mercato si sta surriscaldando, ma in entrambi i casi, ci sono opzioni per negoziare Ripple con i CFD detenendo sia posizioni long che short.

Dalla fine del 2017 all'inizio del 2018, si è verificato un aumento del prezzo di Bitcoin (raggiungendo $20.000 per Bitcoin), seguito poco dopo da altre criptovalute. Il mercato è poi crollato tra gennaio e febbraio 2018, e il Bitcoin free è sceso del 65% in valore. Di conseguenza, anche la maggior parte delle altre criptovalute è crollata. Quindi c'è stata chiaramente una bolla nel mercato delle criptovalute. La domanda che ci si pone è se ce n'è ancora una. Il valore della maggior parte delle criptovalute deriva dal loro potenziale; come potrebbero essere usate per far progredire la società in futuro. Senza l'accettazione istituzionale, tuttavia, il valore potenziale, rimarrà solo potenziale, ma se questo implica che le valute crittografiche siano sopravvalutate è un'altra questione.

Alcuni sostengono che Ripple è centralizzato in quanto la rete, per placare le autorità di regolamentazione e aderire alla lotta al riciclaggio di denaro  (a causa del suo utilizzo all'interno dell'impresa), presuppone un controllo che la rete opera effettivamente mentre le autorità di regolamentazione hanno un ruolo critico nel fornire stabilità ai sistemi di pagamento. Ripple ha anche la giurisdizione o regola specifica della rete che sono forniti dai sistemi e dagli operatori esistenti. Tuttavia, Ripple stessa sostiene che la rete è decentrata. Questo perché il loro software è open-source, il che significa che le persone sono libere di modificarlo a loro piacimento. Ripple utilizza anche un protocollo di consenso, che si basa su una maggioranza di validatori per registrare e verificare le transazioni - questi validatori sono composti da numerosi soggetti in tutto il mondo, dai singoli individui alle istituzioni.

In breve, Ripple può non essere così decentrato come le criptovalute, ad esempio il Bitcoin, ma chiunque può far funzionare i server Ripple, se l'azienda dovesse scomparire domani, mentre XRP continuerebbe ad operare costituendo un elemento di decentramento. Il timore principale della centralizzazione è che una parte possa manipolare la rete, ma Ripple rimane open-source, Ripple non ha potuto aggiungere XRP (come molti temevano) a causa del modo in cui funziona il protocollo. Ma Ripple è stato progettato per trasferire beni digitalmente a basso costo - un XRP vi costerà circa $0.5, e la sua rete è stata creata tenendo a mente il suo design, e la conformità.


Condividi articolo