I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di rapida perdita di denaro a causa della leva finanziaria. Il 78.1% degli account di investitori individuali perde denaro quando negozia CFD con questo fornitore. Dovresti valutare se comprendi il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre un rischio elevato di perdere denaro.
US Italiano

Cosa sono i Pattern di Prezzo

Da Bruno Moltrasio


Aggiornato

Cosa sono i Pattern di Prezzo

I modelli di prezzo possono essere definiti come configurazioni grafiche che possono essere individuate nei grafici degli strumenti finanziari. Un modello di prezzo si verifica quando una particolare formazione grafica che è stata osservata in passato ha molte probabilità di ripresentarsi in futuro con conseguenze simili.

Ad esempio il pattern candlestick denominato "hammer" è uno dei più noti e utilizzati nell'analisi tecnica. Questo pattern si forma durante un trend ribassista e indica un possibile punto di inversione al rialzo.

Visivamente, l'hammer si presenta come una singola candela con un piccolo corpo e una "coda" inferiore molto più estesa rispetto al corpo (almeno due o tre volte). Il corpo può essere di qualsiasi colore, anche se di solito è rappresentato come bianco o verde per indicare una pressione rialzista.

Vediamo un esempio da manuale sul titolo Apple quotato sul mercato azionario americano

Figura 1 –Hammer su grafico giornaliero del titolo Apple (grafico Tradingview)

L'hammer (nella immagine cerchiato in verde) è considerato un segnale di inversione rialzista perché indica che, nonostante la pressione ribassista iniziale, i compratori – nella medesima sessione di negoziazione - hanno preso il controllo del mercato e hanno spinto i prezzi verso l'alto.

Dunque ogni qualvolta vedremo formarsi sul mercato un pattern simile, la nostra aspettativa sarà di una possibile inversione del trend ribassista in atto.

E’ bene chiarire che questo pattern, così come tutti gli altri, non ha il 100% delle probabilità di successo ma, come dirò fra poco, queste probabilità sono statisticamente misurabili ed è forse questo il maggior punto di forza dei pattern di questo tipo che sono identificabili mediante precisi modelli matematici.

Nel mondo del trading, i pattern di prezzo svolgono un ruolo fondamentale nell'analisi tecnica. I trader utilizzano questi modelli per identificare opportunità di trading, prevedere inversioni di tendenza e determinare punti di ingresso e uscita dal mercato.

I pattern di prezzo possono essere applicati a diversi mercati finanziari, come azioni, indici, futures, forex e materie prime e, dunque, anche ai CFD (contratti per differenza).

Formazioni grafiche e pattern di Prezzo

Le principali figure di Analisi tecnica, come ad esempio il Testa e Spalle, ma lo stesso discorso vale per tutte le altre, come la Flag, il Triangolo o il Rettangolo, si differenziano dai pattern di prezzo propriamente detti perché le prime non sono rappresentabili secondo un modello matematico che consenta di accertarne la validità statistica sul mercato.

Vediamo un esempio di testa e spalle per capire meglio il concetto:

Figura 2 - Testa e Spalle su Eur/Usd grafico giornaliero (grafico Tradingview)

Il pattern di Analisi tecnica Testa e spalle (Head and Shoulders) è un classico modello di inversione che si forma dopo una tendenza rialzista. È costituito da tre picchi consecutivi: una spalla sinistra, una testa più alta e una spalla destra. Questo modello indica una possibile inversione di tendenza ma come si può facilmente capire non misurabile statisticamente perché non è possibile stabilire a priori di quante barre (o candele) è costituito il pattern, quale sarà l’estensione della spalla destra, della testa e della spalla sinistra,

Insomma l’unica verifica che potremmo fare sul funzionamento di pattern di questo tipo sarebbero di tipo empirico, cioè andando a verificare visivamente e manualmente sul grafico quante volte si è verificata una figura analoga e con quali risultati.

Un lavoro molto lungo e dai risultati non sempre univoci proprio per la discrezionalità che entra a far parte del processo di verifica.

 

I Pattern di prezzo propriamente detti.

I Pattern di prezzo propriamente detti invece sono rappresentati da veri e propri modelli di prezzo misurabili statisticamente anche con l’ausilio di appositi software che rendo il lavoro molto più veloce e i risultati certi e affidabili (attenzione questo non significa che si avranno gli stessi risultati nel futuro ma solo che per il passato potrò avere a disposizione dati certi e misurabili sulla attendibilità del pattern).

Vediamo subito un esempio su uno dei pattern a me più cari: l “IDNR4”.

Figura 3 - IDNR4 su Bitcoin grafico giornaliero (grafico Tradingview)

BTC/USD

64,243.85 Price
+3.580% 1D Chg, %
Commissione overnight su posizione lunga -0.0616%
Commissione overnight su posizione corta 0.0137%
Ora commissione overnight 21:00 (UTC)
Spread 106.00

XRP/USD

0.49 Price
+12.540% 1D Chg, %
Commissione overnight su posizione lunga -0.0753%
Commissione overnight su posizione corta 0.0069%
Ora commissione overnight 21:00 (UTC)
Spread 0.01168

Gold

2,344.52 Price
-1.190% 1D Chg, %
Commissione overnight su posizione lunga -0.0193%
Commissione overnight su posizione corta 0.0110%
Ora commissione overnight 21:00 (UTC)
Spread 0.50

ETH/USD

3,050.29 Price
+4.390% 1D Chg, %
Commissione overnight su posizione lunga -0.0616%
Commissione overnight su posizione corta 0.0137%
Ora commissione overnight 21:00 (UTC)
Spread 6.00

Come possiamo vedere in Figura 3 il pattern IDNR4 (Inside Day Narrow Range 4) è un pattern di quattro barre (o candele) che indica una compressione di volatilità dei prezzi e quindi una indecisione nel mercato sulla direzione futura.

Si tratta di un pattern basato su un preciso modello matematico, infatti si forma quando l’ultima delle 4 candele è una inside day (ID) cioè è una candela contenuta completamente in quella che la precede e contemporaneamente mostra una estensione, un range più ridotto (narrow range NR) rispetto alle tre candele precedenti (ovvero delle ultime 4 se comprendiamo anche la candela di cui stiamo parlando)

Una volta identificato il pattern la rottura dei suoi estremi da luogo con buona probabilità un movimento importante.

Questo pattern, così come molti altri della stessa specie (Boomer, Shark32, Key Buy etc) ha l’enorme vantaggio di poter essere testato sul mercato e sul time frame di interesse (backtest) per verificare dal punto di vista statistico che percentuali di successo restituisce, quale sia lo stop loss più adeguato e quale target monetario possiamo aspettarci, valutazione che invece non è possibile fare con i pattern, le figure di Analisi tecnica classica di cui abbiamo parlato prima.

Non solo, ma possiamo delegare ad appositi indicatori la loro individuazione sul grafico in modo da fornirci immediatamente un alert per la nostra operatività.

Vediamo sempre il grafico precedente questa volta con il nostro indicatore inserito sull’ottima piattaforma di analisi TradingView che evidenzia in modo immediato ed inequivocabile il pattern IDNR4 per ben due volte con ottimi risultati sul Bitcoin.

Figura 4 - IDNR4 identificato dall’indicatore su Bitcoin grafico giornaliero (grafico Tradingview)

Chiunque può capire come avere a disposizione un simile indicatore sia di enorme supporto al trading: nel caso appena visto abbiamo avuto un primo chiaro segnale rialzista al superamento del massimo dell’IDNR4 e poche sedute sopra un segnale ribassista sempre sul Bitcoin che ha dato luogo a una vera e propria inversione di tendenza.

 

Su quale mercato è possibile usare questi pattern di prezzo e su quale time frame

Questa è una delle domande più frequenti che mi viene posta ma la risposta è di una semplicità disarmante: funzionano in maniera simile su qualsiasi mercato, che si tratti di indici, futures, azioni, CFD, commodities, forex o anche, come abbiamo visto, sulle criptovalute come il Bitcoin, e su qualunque time frame.

Tuttavia, è importante notare che alcuni pattern tendono a essere più efficaci su mercati altamente liquidi, mentre altri si adattano meglio a mercati più volatili e così via. Ogni strumento finanziario ha la sua "veste" unica e ci sono pattern che sembrano essere progettati appositamente per determinati strumenti, come ad esempio il Dax, mentre possono funzionare meno bene su strumenti come il Bund, il petrolio o l'euro dollaro.

Questo è il risultato logico del fatto che ogni strumento finanziario ha un diverso livello di volatilità e liquidità rispetto agli altri.

Per questo è importante avere un indicatore come quello mostrato che consenta di velocizzare i test e verificare in modo concreto quale pattern si adatta meglio allo strumento che siamo soliti utilizzare per il nostro trading

I Pattern di Prezzo e il Roadshow di Capital.com di fine maggio

A fine maggio sarò relatore nel roadshow organizzato da Capital.com, un evento gratuito che vedrà 4 tappe in altrettante città italiane (29 maggio Torino, 30 maggio Milano, 31 maggio Verona e per finire il 1 giugno a Roma). Ci si può registrare liberamente su www.capital.com/it oppure dal mio sito www.brunomoltrasio.eu

Approfitterò di questo Roadshow per mostrare ai partecipanti i miei pattern di prezzo preferiti, la loro logica di funzionamento e i risultati che è possibile ottenere applicandoli sui vari mercati.

Non solo, ma fornirò a tutti i partecipanti l’indicatore IDNR4 in modo che possano utilizzarlo da subito per il loro trading. E gli altri pattern di prezzo di cui parlerò? Anche per quelli, ovviamente, ho fatto realizzare gli indicatori… ma non posso spoilerare altro.

Conclusioni

I pattern di prezzo nel trading offrono ai trader un metodo strutturato per interpretare i movimenti dei prezzi e prendere decisioni informate.

Questi modelli forniscono segnali visivi che aiutano a identificare opportunità di trading potenzialmente redditizie.

È importante sottolineare che i pattern di prezzo non forniscono garanzie assolute di successo, per questo è importante eseguire dei test per valutarne l’efficacia.

Per aiutarsi in questo compito possono essere utilizzati appositi indicatori come quello mostrato che, applicati sul grafico, consentono di condurre delle simulazioni per valutare l'efficacia dei pattern nel tempo in modo da aumentare le probabilità di successo delle operazioni di trading.

 

Rate this article

Capital Com is an execution-only service provider. The material provided in this article is for information purposes only and should not be understood as investment advice. Any opinion that may be provided on this page does not constitute a recommendation by Capital Com or its agents and has not been prepared in accordance with the legal requirements designed to promote investment research independence. While the information in this communication, or on which this communication is based, has been obtained from sources that Capital.com believes to be reliable and accurate, it has not undergone independent verification. No representation or warranty, whether expressed or implied, is made as to the accuracy or completeness of any information obtained from third parties. If you rely on the information on this page, then you do so entirely at your own risk.

Sei ancora alla ricerca di un broker di cui ti puoi fidare?

Unisciti agli oltre 610.000+ trader in tutto il mondo che hanno scelto di fare trading con Capital.com

1. Crea e verifica il tuo account 2. Effettua un deposito 3. Trova la tua opportunità